CERCO SUBACQUEI
20062 Cassano d'Adda (Mi) info@imascubadiver.com
   
by I'm a Scuba Diver
il 30/01/2015
visto: 1071 volte

Abbiamo da sempre amato questa isola di tradizioni, di musica e di colori straordinari. Ma l’abbiamo sempre amata da terra, come si suol dire.
Forse perché nell’immaginario più immediato leghiamo l’idea dell’immerisone alla volontà di cercare acque tiepide con colori luminosi e barriere ricche di pesci e piante marine, da ammirare con calma.
Certamente la prima cosa che viene alla mente una volta ottenuto il tanto atteso brevetto e una volta fatte le dovute esperienze è l’irrefrenabile desiderio di viaggiare verso le le acque più calde.

Noi ci siamo innamorati di questa terra così a misura d’uomo; tuttavia non abbiamo ancora avuto la fortuna di visitarla in veste subacquea. Siamo così andati alla ricerca di qualche articolo, di qualche spunto.

Pare che l’irlanda, soprattutto nella costa che si affaccia sull’oceano che in terra è da definirsi a livello paesaggistico decisamente mozzafiato, sia meta interessante per ammirare scogliere suggestive e numerosi relitti.
Si dice che queste parole siano state pronunciare da Jaques Cousteau in persona: "Alcune delle migliori immersioni al mondo si trovano nel lato settentrionale della penisola di Dingle, dove l'oceano Atlantico incontra il monte Brandon in un paesaggio di eccezionale bellezza".

La giornalista Jennifer S. Holland del National geographic rimase decisamente incantata durante le sue visite subacquee nelle fredde acque della costa occidentale della terra degli elfi tanto da dichiarare "Sono stupefatta dagli anemoni che scintillano rosa come gomme da masticare" scrive, "verdi come una granita al lime, così arancioni da poterne quasi gustare la polpa succosa".

Tratto dal pezzo “Beneath Irish Island” (sotto l’isola irlandese) – marzo 2005
Riportiamo la frase di chiusura dell’articolo di cui indichiamo il link completo (http://ngm.nationalgeographic.com/2005/03/underwater-ireland/holland-text/1), perché crediamo che in poche righe Jennifer S. Holland riesca a trasmettere la meraviglia e lo stupore della inaspettata vita sottomarina dell’oceano che si infrange sulle imponenti scogliere d’Irlanda.
Improvvisamente qualcosa perfora la superficie del mare e piomba giù in un flusso di bolle, fermandosi davanti a me prima di scappare freneticamente. Non è un pesce in fuga, ma un uccello chiamato un guillemot alla ricerca di un pasto, a base di pesce..

Ah, dimenticavamo... la temperatura dell’acqua... Nonostante la presenza di correnti pià calde che si incontrano in queste acque, Jennifer ci parla di 11 gradi circa... e di un’immersione con muta stagna ovviamente…




In poche parole

I'm a Scuba Diver nasce dalla passione per lo sport subacqueo, da principio con un gruppo di amici, poi con la pubblicazione di una pagina facebook, e ora cerchiamo di coordinarci per organizzare uscite subacquee, regalare foto ed emozioni con i nostri racconti.